Anche il caffè può rischiare l’estinzione

0
351

I cambiamenti climatici, i parassiti, le deforestazioni e soprattutto l’inquinamento potrebbero far scomparire il caffè nei prossimi decenni. Parte delle piante selvatiche presenti nel pianeta potrebbero estinguersi senza preavviso, nuocendo le piantagioni di caffè.

La maggior parte delle piante di caffè, potrebbero andare perdute nei prossimi anni, proprio a causa dei cambiamenti climatici misti a parassiti e deforestazione selvaggia.

Uno studio pubblicato sulla rivista Science Advances, fa preoccupare tutti coloro che sono proprietari di piantagioni commerciali di caffè. Al giorno d’oggi le piantagioni sono dominate da due specie di piante selvatiche, la coffea arabica e la coffea canephora.

L’Arabica è molto sensibile alle alte temperature, mentre la Canephora soffre in situazioni di aridità del suolo. Tutte le 124 varietà di piante selvatiche del caffè, potrebbero potenziare la resistenza sia verso la temperatura che verso l’aridità del terreno.

Risultati immagini per coffee plant

Bisogna avere pazienza soprattutto nella raccolta

Un gruppo di ricercatori del Royal Botanic Gardens di Londra, hanno studiato per anni le piante selvatiche di caffè. In tutto questo tempo hanno catalogato con precisione tutte le varietà selvatiche delle piante, cercando di dividerle anche in base alla loro distribuzione.

Nelle schede tecniche è possibile individuare anche delle caratteristiche importanti come la quantità di caffeina contenuta, la resistenza alle alte temperature e l’immunità ai parassiti.

Confrontando queste ricerche con i dati attuali si può notare che il 60% delle specie rischiano di scomparire nei prossimi anni. Su 124 piante circa 75 rischiano di estinguersi.

Bisogna tutelare realmente le piante di caffè

Circa il 72% delle specie selvatiche di caffè cresce in aree protette, ma in realtà queste zone sono saranno immuni dalla deforestazione, dai cambiamenti climatici e dai parassiti. Se riuscissimo a mantenere la diversità genetica del caffè, potremmo tutelare le banche dei semi e rafforzare quelle specie a rischio d’estinzione.

L’unica pecca di questa soluzione sono i costi di mantenimento molto alti e soprattutto dispendiosi per quanto riguarda il tempo di raccolta.

Risultati immagini per coffee plant

Cominciamo a consumare caffè non per vizio ma per piacere

In Etiopia circa un quarto della popolazione vive grazie alle piantagioni di caffè e a tutte le attività che coinvolgono la filiera. Trovando delle soluzioni d’emergenza, e sperimentando nuove visioni di coltura come la divisione delle foreste in aree più piccole da monitorare, potrebbe incentivare la produzione del caffè sia nei Paesi produttori e sia in tutti i passaggi della filiera.

In questo modo potremmo aiutare tutti coloro che vivono grazie alle piantagioni del caffè, e di conseguenza ne potremo beneficiare tutti in futuro.

Risultati immagini per coffee plant

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here