Il cervello delle donne è più giovane di quello maschile

0
433

La scoperta fatta sul metabolismo degli zuccheri rivela che le donne anziane sono più lucide rispetto agli uomini della stessa età.

Il cervello maschile e il cervello femminile, dimostrano la loro età in maniera differente. A parità di anni, le donne sono sempre più giovani, non solo per una mera questione di galanteria, ma in termini biologici il loro cervello sembra essere più performante di quello maschile. In base ad uno studio, dal punto di vista metabolico il cervello delle donne risulta 3 anni più giovane rispetto a quello degli uomini quando sono della stessa età.

I risultati dello studio spiegano e fanno intuire il perché le donne quando sono in età avanzata sono più in forma rispetto agli uomini, soprattutto per quanto riguarda la memoria, il ragionamento e la risoluzione di problemi. I meccanismi del loro metabolismo cerebrale sembrano mantenersi giovani anche in età avanzata.

Le risorse umane vengono utilizzate in maniera diversa dalle donne

Il cervello tende a consumare zuccheri per riuscire a risolvere i problemi giornalieri, ma il modo in cui metabolizza questi zuccheri cambia e si evolve durante la crescita. Gli adolescenti impiegano queste riserve d’energia in una sorta di processo denominato glicosi aerobica, la quale sostiene tutto lo sviluppo del tessuto cerebrale umano.

La percentuale degli zuccheri investiti nel processo, diminuisce in base alla progressione degli anni. Gli scienziati dell’Università di Washington hanno cercato di misurare il flusso sanguigno contenente glucosio, di circa 200 volontari, uomini e donne tra i 20 e gli 80 anni d’età. A ciascuno di loro è stata misurata e valutata una percentuale di zuccheri presenti nelle aree cerebrali. I dati, insieme alla loro età anagrafica sono stati esaminati tramite un software per cercare una relazione tra di loro.

Nel momento in cui è stato chiesto al software di calcolare l’età delle donne a partire dal loro metabolismo cerebrale, il programma ha dato un’età in media di 4 anni in meno rispetto alla loro età anagrafica. I ricercatori hanno cercato di fare il procedimento opposto, i risultati hanno confermato il calcolo precedente e i tessuti cerebrali dei volontari maschi sono apparsi in media 3 anni più vecchi rispetto alla loro età anagrafica.

In passato è stato dimostrato che il cervello tende a diminuire il suo volume con l’avanzare dell’età, quello maschile perde volume più velocemente rispetto a quello del sesso opposto. Le cause erano state ricondotte a delle discrepanze ormonali e alle diverse modalità di risposta in base alle sollecitazioni ormonali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here